Prima pagina

Il cuore di Roma piange l’abbandono del giardino di Piazza Cairoli

fontana_in_piazza_cairoli_large

Il cuore di Roma piange l’abbandono del giardino di piazza Cairoli. Ristrutturata nel 1999 ora l’area verde voluta dal Barone Guglielmo Huffer nel 1888 e progettata da Edouard Andrè versa in condizioni pietose. Di notte è terra di nessuno, di giorno è un luogo di ritrovo per senza fissa dimora ed alcolisti, di fatto un luogo storico che ormai è diventato preda di vandali e degrado. A denunciare questa triste situazione, Ebe Giacometti – consigliera nazionale di Italia Nostra e residente nel rione – che, con una raccolta di firme si è fatta promotrice di un appello accorato per la salvaguardia di questo giardino. < Il restauro compensativo per il tram 8 nel 1999 aveva momentaneamente riportato alla sua originale bellezza il giardino. – spiega la Giacometti – Furono rifatte le recinzioni,piantati arbusti e si risistemarono le quote di prato. Fu anche installato un impianto di irrigazione,molte panchine sotto gli alberi. Questa ritrovata bellezza rendeva tutta l’area molto piacevole per le famiglie che vi abitano nelle vicinanze così come per i romani e i turisti di passaggio. Purtroppo non durò molto. A un certo punto i cancelli non furono più chiusi la sera,l’irrigazione si è rotta e non è mai stata riparata, i pensionati e i bambini sono scomparsi. Il Giardino è tornato così ad essere un centro di incontri di alcolisti. Nessuno del quartiere va più a sedersi al sole a leggere il giornale o a prendere il fresco sotto gli alberi e il degrado dell’area è davanti agli occhi di tutti>. E per far tornare all’antico splendore questo piccolo e prezioso spazio verde di Roma sono già pronte le proposte. < Per noi che viviamo nella zona un cambiamento è importante poiché può restituire quella dignità residenziale che le ultime amministrazioni capitoline hanno via via negato al nostro rione. – prosegue la Giacometti – Vorremmo che il giardino –una delle poche aree verdi nel centro storico – tornasse ad avere quel decoro di giardino ottocentesco con il quale venne pensato e progettato nel 1888 da Edouard André , famoso architetto di giardini, per compensare gli abitanti dello sventramento umbertino di Via Arenula. Possibilmente si potrebbero pensare piccoli miglioramenti per renderlo più rispondente alle necessità degli abitanti del quartiere. Vorremmo che fosse garantita la manutenzione e la vigilanza notturna attraverso la chiusura serale. Durante il giorno, fosse lasciato aperto un unico cancello in modo da facilitarne la manutenzione e garantirne la sicurezza>. Interventi piccoli, di piccolissima entità in tempi di spending review, che però possono ridare linfa al centro storico di Roma e rendere gli abitanti fieri di vivere ancora nella città col centro storico più bello del mondo.

http://www.sovraintendenzaroma.it/i_luoghi/roma_medioevale_e_moderna/fontane/fontana_in_piazza_cairoli

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...