Blog

1 maggio, omaggio al monumento alle morti bianche: e le morti da amianto?

PRIMO MAGGIO: NAPOLITANO DEPONE CORONA PER MORTI BIANCHEOmaggio alle morti bianche, il Presidente Napolitano rende omaggio come ogni anno al Monumento per le morti bianche all’Eur. E anche quest’anno il Presidente non ha mancato il suo consueto appuntamento. Ci preme sottolineare come in realtà però ancora oggi le leggi a tutela dei lavoratori e a tutela dei riconoscimenti di legge abbiano necessità di applicazione. Basti pensare al caso delle malattie asbesto correlate che non vedono a tutt’oggi una certezza di applicazione tout court. Ancora troppi sono i casi che devono essere riconosciuti e che devono trovare un corrispettivo economico. Ancora oggi troppi sono i casi per i quali si attende un giudizio serio. Gli ex esposti per far valere i propri diritti sono costretti ad intentare cause giudiziarie costose che si protraggono nel tempo e spesso muoiono prima di aver avuto giustizia. Si continuerà a respirare le fibre tossiche se non si interverrà con urgenza a bonificare il paese dove sono ancora presenti quantità notevoli di amianto deteriorato. Ma è di tutta evidenza che gli aspetti sanitari, ambientali, previdenziali, non hanno alcuna priorità e urgenza nell’agenda politica del nostro paese, dell’Europa e nel mondo. Chi ha lavorato amianto era merce da usare, chi si è ammalato era una percentuale statistica e nulla più; e anche oggi la storia dell’amianto continua e si chiama anche in tanti altri modi ma produce sempre le stesse conseguenze. E recentemente nel corso di un convegno organizzato alla Camera dei Deputati sull’argomento è intervenuto Alberto Zolezzi, deputato del Movimento 5 stelle in commissione ambiente, ricordando come ogni anno le malattie correlate all’inalazione dei fibre di amianto compiano una strage silenziosa pari a 5000 morti. Il deputato si è fatto portavoce di una risoluzione apposita relativa alla individuazione della presenza dell’amianto negli edifici pubblici, proprio perché il tempo di latenza della malattia è assai dilatato nel tempo. <Chi ha grandi ricchezze, chi ha cariche pubbliche e responsabilità istituzionali, chi decide delle sorti dei popoli, guarda verso orizzonti troppo lontani dalla povertà, dal lavoro, dai bisogni di giustizia sociale. – ha sottolineato Annamaria Virgili, comitato esposti amianto, nel ricordare la giornata delle vittime dell’amianto solo tre giorni fa – L’amianto è eterno, come la storia della diseguaglianza sociale nel mondo>. Nei prossimi giorni il comitato esposti amianto terrà a Roma una propria conferenza relativa alla situazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...