Blog

Marino, dov’è il garante sui diritti degli animali?

walter caporaleMilano, Napoli, e tante altre città di recente si sono dotate della figura del garante dei diritti degli animali. A Roma, nonostante le promesse elettorali del Sindaco Marino, siamo di fronte ad un nulla di fatto. E non c’è bilancio che tenga perché a Napoli o a Milano questo ruolo è assolutamente volontario. Cattiva volontà? Slogan solo elettorale? Superato, solo per ragioni temporali, lo scontro con le associazioni animaliste di un anno fa che turbò l’allora candidato Sindaco Marino, sull’argomento è calata una coltre di silenzio. “Credo che Roma non abbia mai avuto un Sindaco più insensibile alla questione del benessere degli animali della propria città – afferma Walter Caporale, presidente associazione “Animalisti Italiani Onlus” e animatore con i volontari di tante riuscite manifestazioni per la difesa dei diritti degli animali nella capitale e non solo – L’ufficio diritti animali è inesistente. In un anno il Sindaco non ha mai voluto incontrare nessuna associazione animalista e in più bisogna constatare che mai come in questo anno si sono avuti sul territorio romano tanti circhi con animali. Tanto per dirne una il Cirque du Soleil, il circo senza animali, è venuto a Roma senza aver grande considerazione dal primo cittadino. In Inghilterra esso fruisce di una grande collaborazione da parte degli enti locali. Addirittura lo si ospita nella Albert Hall.” Non si comprende bene quale sia la ragione per la quale ancora oggi si è privi sia dell’Ufficio Diritti Animali che del Garante nella capitale. Eppure sarebbe un bel riscatto per l’attuale giunta fregiarsi di un simile atto visto che la giunta Alemanno aveva cancellato l’ufficio diritti degli animali in una botta sola. E hai voglia a foto con il gatto che l’ex Sindaco postava sul suo sito, la verità è che l’argomento risulta molto appetibile in campagna elettorale quanto poi scomodo nella realtà dei fatti, e la sbandierata liason tra Berlusconi e Dudu’ lo dimostra pienamente. “Per i diritti degli animali qui il bilancio è totalmente negativo – prosegue Caporale – e se dovessi dare un voto all’attuale Sindaco darei uno zero. Come si è trovato il tempo di inseguire Obama così si poteva e anzi si doveva trovare il tempo per analizzare la questione che a tutt’oggi pende in capo al Sindaco, che è il responsabile del benessere degli animali della città di Roma. Insomma nulla è cambiato sotto il sole” E di un garante ora nella capitale vi sarebbe davvero bisogno. Non serve un testimone dell’amore per gli animali d’affezione, occorre una persona preparata che conosca le leggi, pronta ad applicare le normative partendo dalle normative europee, sostenendo e decidendo della questione “botticelle”, lavorando per la cura delle potature per impedire l’impoverimento della fauna che popola la città di Roma, proponendo ai cittadini un nuovo stile di vita e di approccio al cibo. Perché magari i più non lo sapranno e tanti guarderanno all’argomento con sufficienza pensando al classico luogo comune, perché non le strade e i bambini, ma in realtà in questa città esiste ancora un equilibrio delicato in cui gli animali, tutti di affezione e selvatici, sono protagonisti e sostenitori importanti del nostro benessere. Siamo noi umani che ce lo dimentichiamo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...