Cronaca

Dramma alla Casaccia all’Enea: ritrovato il corpo dell’operaio scomparso cinque giorni fa.

Dramma alla Casaccia all’Enea: ritrovato il corpo dell’operaio scomparso cinque giorni fa. L’uomo è stato trovato impiccato in una delle stanze che non era stata aperta durante le ricerche della settimana scorsa. L’operaio,era regolarmente entrato nel centro cinque giorni fa ma non aveva lasciato traccia dell’uscita. Durante le ricerche effettuate dalla polizia e dai vigili del fuoco sono stati rinvenuti dei fogli scritti dallo scomparso, in cui si faceva chiaramente riferimento al suicidio ed alle sue ultime volontà. Tra le righe anche un riferimento a Papa Francesco. Per questo motivo inizialmente le ricerche hanno coinvolto anche la zona limitrofa al Vaticano. L’operaio era appena tornato dall’Antartide e non aveva problemi economici, a quanto si è potuto appurare inizialmente, né si trovava in condizioni di precarietà lavorativa.

6 risposte »

  1. L’ha ribloggato su Io Non Faccio Nientee ha commentato:
    Dramma alla Casaccia all’Enea: ritrovato il corpo dell’operaio scomparso cinque giorni fa. L’uomo è stato trovato impiccato in una delle stanze che non era stata aperta durante le ricerche della settimana scorsa.

    Mi piace

  2. Buongiorno,

    sono un dipendente del Centro di Ricerche Enea Casaccia, dove è avvenuto il presunto suicidio del nostro povero collega. Presunto perchè gli investigatori stanno battendo anche la strada del possibile omicidio. Un solo fatto, tra i tanti accaduti, sulla vicenda.Il magazzino (il nostro collega ci andava spesso per lavorare) dove è stato trovato impiccato il nostro collega inizialmente non è stato controllato perchè quella porta di ferro non si riusciva ad aprirla con le porte e portoncini sfondati di mezza Casaccia. Solo dopo 5 giorni di ricerche inutili, quella porta è stata aperta con un semplice cacciavite, trovando un corpo già in stato di avanzata decomposizione. Voluto o caso sfortuito?

    Mi piace

      • Gentile Sig.ra Matilde Spadaro,

        io l’ho conoscevo bene il mio collega e le posso dire in tutta onestà e sincerità che Saverio era un grande uomo. Aiutava gli altri, in quanto faceva parte dei volontari della Croce Rossa di Anguillara Sabazia. Alcuni di loro mi hanno detto che era sempre il primo a partire quando si trattava di soccorrere le persone anziane, sofferenti. Lei, pensa che una persona così, possa veramente entrare in un giro di quel tipo?.

        I giornali hanno solo fatto della pura speculazione su Saverio, sfruttando il fatto che lui viveva da solo e infangando, così, solo la sua onorabilità. Sarebbe un peccato vivere da soli? Inoltre, questi “favolosi” giornalisti di testate giornalistiche nazionali, come fanno a sapere notizie che sono coperte dal massimo riserbo, visto che le indagini sono ancora in corso?

        E poi com si permettono questi “illustri” gionalisti di collegare Saverio con quel giro di baby-squillo quando il suo nome non risulta nemmeno tra gli indagati?
        E così che si fa dell’informazione in questo Paese, disinformando?

        Questi giornalisti dovrebbero domandarsi piuttosto di quanto segue :
        perchè un uomo decida di togliersi la vita proprio dentro il suo luogo di lavoro, l’Enea?
        Perche l’Enea, Ente Pubblico di Ricerca è commissariato da quasi 5 anni (caso unico in tutta Italia!!) con un degrado morale che si accompagna ad uno stato di completo abbandono dei propri Centri?
        La risposta, mi creda è la stessa per entrambi le domande. Le chiedo se può e se vuole di fare un articolo incentrato su queste due domande.

        Le allego pure un articolo, nel link che segue, di circa un anno fa che descrive realmente uno scenario, direi spettrale, apocalittico in cui versa l’Ente da quando nel lontano 2009 l’allora Governo Berlusconi ne decretò il Commissariamento. Un uomo solo al comando di un Ente Pubblico, il padre-padrone assoluto dell’Enea, da quasi 5 anni con tutte le conseguenze catastrofiche che ne derivano, soprattutto con una gestione personale di denaro pubblico, dei contribuenti. Non so se mi spiego!!.

        http://www.lospaziodellapolitica.com/2013/06/le-occasioni-perdute-della-ricerca-il-caso-enea/

        Grazie infinite per tutto quello che vorrà far per salvare l’Enea dalla catastrofe.
        Cordiali saluti
        Arturo Scialpi

        Mi piace

  3. Salve Matilde Spadaro,

    le invio questo articolo nel link, il cui autore avanza più di qualche dubbio sul suicidio di Saverio Santomassimo!!

    http://www.lultimaribattuta.it/2664_baby-squillo-lelettricista-trovato-impiccato-sapeva-qualcosa-che-non-doveva-sapere

    Immagini solo come ci possiamo sentire noi che lavoriamo in Enea Casaccia e in particolare io che sono stato l’unico ad aver manifestato pubblicamente qualche dubbio sul suicidio del mio collega. Siamo in un paese democratico dove ognuno credo può esprimere liberamente un’opinione. Ebbene, Matilde per aver espresso questa libertà, ho subito delle forti minacce verbali del tipo “ti aspetto di fuori”. E quando le ho scritto in precedenza che in questo Ente ormai esiste, già da tempo, un degrado morale e non solo, senza precedenti, ho ben ragione e motivi forti per averglielo detto.

    Io ogni giorno vivo nell’angoscia e nella paura di fare la stessa fine del mio collega, sapendo che ci sono degli assassini che circolano liberamente nel Centro e pronti, se necessario a colpire ancora!!

    Cavolo, ma qui siamo in un Ente pubblico, dove si viene a lavorare, mica per essere ammazzati!!

    Le lascio il mio indirizzo di posta privato ascialpi59@gmail.com e se vorrà ascoltarmi gliene sarei molto grato.

    Le invio anche pochi versi scritti da me e pubblicati da un giornale online su Saverio, su quello che lui era veramente per chi lo conosceva bene come me!! E’ inutile che le dica di non pubblicare questo mio commento. Grazie!!

    http://www.osservatorelaziale.it/index.asp?art=10459&red=1&arg=2

    Cordiali saluti
    Arturo Scialpi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...