Blog

Nozze enogastronomiche tra “La Carbonara” e il gruppo “Jorge Ordoñez”

Roma chiama Malaga e Malaga risponde. E’ un matrimonio di sapori, di profumi e di culture quello stretto tra Andrea Rossi, alla testa del team de “La Carbonara” uno dei più rinomati ristoranti della capitale, e il gruppo vinicolo Jorge Ordoñez originario di Malaga appunto. L’occasione di vederli riuniti è stata la degustazione del “Botani 2013” a Palazzo Faletti, vino della cantina spagnola che ha già avuto importanti riconoscimenti internazionali tra i quali gli apprezzamenti di Robert Parker, Stephen Tanzer e i giudizi più che lusinghieri su “Xtrawine”. Abbiamo chiesto ad Andrea Rossi, del famoso ristorante di via Panisperna, come sia nata questa collaborazione e qual è lo spirito che lo ha condotto a portare il “Botani 2013” nella capitale. andrea rossi“La collaborazione è nata grazie ad una comunanza di visioni e di idee che ha avuto come filo rosso quello dell’aperitivo romano – ha spiegato Rossi – Si tratta di un matrimonio di sapori e colori che permette di avanzare sperimentazioni gastronomiche anche molto interessanti. Una sorta di gemellaggio del gusto grazie al quale possiamo ottenere abbinamenti accattivanti. Il “Botani 2013” si sposa bene per sua struttura e consistenza con carni bianche e verdure. Altri vini possono integrarsi anche con ingredienti diversi dando vita a creazioni dal gusto innovativo che abbiamo sperimentato”. Il gruppo Jorge Ordoñez, fondato nel 2004 dalla famiglia Ordoñez di Malaga e dalla famiglia austriaca Kracher, insieme ad un gruppo di amici e imprenditori di Malaga, esporta oggi oltre tre milioni di bottiglie solo negli Stati Uniti. E’ presente sul mercato centro e nord americano con un’attività in espansione che tocca tutti e cinque i continenti. Il team de “La Carbonara” è uno dei più noti nella capitale e porta con orgoglio la bandiera della cucina romana nel mondo sin dal 1906. Dunque, un connubio destinato a portare frutti molto interessanti e tutti da assaggiare quello tra il gruppo “Ordoñez” e “La Carbonara”. A fornire lo spunto decisivo a tutti gli intervenuti, Maria Rosaria, cresciuta a “pane e ristorante” nell’antico locale di via Panisperna, che afferma senza mezzi termini, “Io sono astemia ma gli unici vini che bevo sono quelli Ordoñez”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...