Blog

Luneur, prossima tappa in Campidoglio

Luneur: il parlamentino dell’Eur si esprime per operare verifiche e controlli sugli atti e sulla situazione attuale. Alla luce del parere dell’Avcp del 14 gennaio 2014 che stabiliva nella concessione e non nella locazione la forma contrattuale atta a determinare il regime dei contratti, il consiglio si è espresso cercando di mantenere la tutela dei subconduttori come punto fisso. Ad aprire la seduta, l’intervento del consigliere Paolo Pollak, mirante a sottolineare la necessità di votare un atto il più concreto possibile dato il lungo tempo trascorso dal lontano 2007, anno del bando. E a ricordare i lunghi anni trascorsi e’ stato Saverio Pedrazzini, che con tenacia ha tenuta aperta la questione. “Sono lunghi sette anni, lunghissimi – ha affermato Pedrazzini – e noi abbiamo fatto tanto, tantissimo. Oggi sono soddisfatto del fatto che finalmente l’avcp abbia dato un parerei che conforta tutte le nostre perplessità. Oggi di quanto dicevamo se ne sono accorti tutti. Ma il nostro tempo e le nostre energie chi ce le rida?” Le prossime mosse saranno messe in campo in Campidoglio. “Ora vedremo come si metterà la questione – ha concluso Pedrazzini – vogliamo capire cosa farà il Campidoglio in merito all’Eur Spa. E tutto ciò non solo per noi ma anche per tutti i cittadini dell’Eur e di Roma, che meritano di sapere che fine farà il Luneur e quali sono stati gli atti che hanno portato a questa situazione”. Unica notizia uscita dalla seduta, la possibile riapertura del Luneur a fine dicembre o massimo a gennaio prossimo, data da fonti di Eur Spa. La questione Luneur non è infatti solo una questione puramente giuridica, vi è un ampio risvolto ambientale. “L’area e nel degrado – ha detto Cristina Lattanzi, Portsvoce del comitato salute ed ambiente eur – e noi cittadini non vorremmo dire, ve l’avevamo detto, ma in questo caso, come in altri, all’Eir si è verificata una situazione davvero triste perché anche questo progetto e stato di fatto bloccato per tanti anni causando problemi alla cittadinanza per quanto attiene il degrado ambientale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...