Cronaca

Appello a Zingaretti: dica no alla lottizzazione al Divino Amore

220px-RemainsViaAppiaAssociazioni, comitati locali e semplici cittadini, tutti contro la lottizzazione al Divino Amore. E per sostenere questa rete spontanea in difesa di uno degli angoli piu’ belli della campagna romana tanto affascinante e talmente unitario nei caratteri paesaggistici da essere proposto quale area di espansione del Parco dell’Appia Antica, contro una futura lottizzazione per oltre un milione di metri cubi, si e’ tenuta una conferenza stampa presso la sede di Italia Nostra Roma. Per domani mattina e’ prevista invece una manifestazione sotto la sede della Regione Lazio su via Cristoforo Colombo. Al centro della discussione, le motivazioni della adesione “ad adiuvandum” da parte di Italia Nostra nazionale all’ultimo  ricorso, già presentato al TAR, dai cittadini di A.D.A.(Argine Divino Amore) e Stop Cemento. Insieme ai rappresentanti dei due comitati sono  intervenute le sezioni di  Italia Nostra di Roma e dei Castelli Romani.

image

“Tutti gli interventi hanno illustrato con numerose e approfondite documentazioni l’insostenibilità del progetto di lottizzazione – sostengono i rappresentanti dell’associazione in una nota stampa – Sono infatti previsti 1.350.000 metri cubi per ben nuovi 12.500 abitanti in una delle ultime aree di agro romano presenti ai Castelli Romani. Non sono state applicate né la VAS (Valutazione Ambientale Strategica) né la VIA ( Valutazione Impatto Ambientale) e pertanto non sono state fatte approfondite analisi su quanto si produrrà di danni sul territorio e sulla vita dei cittadini di Marino e dei Comuni vicini per la mobilità, per la scomparsa delle tutele paesaggistiche ed in particolare per le attuali già gravi carenze idriche non prese in considerazione come invece prescrivono le leggi vigenti.`” Alla fine della conferenza si sono programmate iniziative da tenersi presso la Regione Lazio, “colpevole – concludono dall’associazione – di aver avvallato questo intervento senza fermarlo come avrebbe e potrebbe ancora fare”.

Categorie:Cronaca, Prima pagina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...