Blog

Elogio dell’imperfetto

auchan-carotaQuando il tempo verbale cela una condizione aspettuale della vita quotidiana. Se e’ vero come e’ vero che l’imperfetto viene usato per indicare una condizione verbale riferita ad un atto ripetuto nel passato, questa modalita’ fa venire alla mente anche usi e consuetudini duri a morire. E allora una carota bitorzoluta, una melanzana bipede, una clementina oblunga possono ben rappresentare la condizione della non perfezione reiterata da madre natura e ossequiosamente disattesa dalle catene di vendita al dettaglio con l’eliminazione degli alimenti di aspetto ‘non perfetto’. Un fattore che pesa sul bilancio delle famiglie e che devasta anche l’ambiente e la stessa produzione. Cosi, nell’anno in cui l’Unione Europea ha deciso di combattere lo spreco di cibo, alcune catene di grande distribuzione di origine francese, Auchan ed Intermarche’, hanno deciso di porre in vendita con uno sconto notevole alimenti all’origine ‘non perfetti’ nella forma ma ‘piu’ che perfetti’ nella sostanza. Il tutto con un battage pubblicitario imponente e con risultati considerevoli sulla vendita di questi prodotti sia al naturale che nelle preparazioni che li contemplano come ingrediente. Un atto che si accompagna alla decisione di individuare sconti appositi anche per i prodotti appena scaduti, e ancora commestibilissimi, e che tenta di porre un argine all’abitudinario, immorale, reiterato, e del tutto imperfetto, spreco di cibo. Nel nostro paese ora si stanno muovendo i primi passi in questa direzione. Una petizione on-line assai sostenuta chiede al colosso delle cooperative di adottare questa modalita’ di vendita dei prodotti ‘imperfetti’. Una consuetudine che, se accolta, produrra’ effetti soltanto positivi. D’altronde se e’ vero come e’ vero che la perfezione e’ noiosa ed innaturale, largo dunque alla natura in tutte le sue mille forme, comprese carote bitorzolute e i limoni bicefali, segno che l’imperfetto davvero e’ l’espressione piu’ creativa dell’universo pronto qui a reiterarsi in positivo per il tempo futuro.  

Categorie:Blog, Cronaca, Prima pagina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...