Blog

La Monna Lisa di Keith Haring per il centro antiviolenza di Tor Bella Monaca

10622260_10204429717084489_1505284368_nSiamo alla fine della campagna ‘Monna Lisa in Tor Bella Monaca’, fra pochi giorni chiuderemo la ricezione dei selfies e trarremo un bilancio finale. La vitalita’ di questa iniziatia ha contagiato tutti, fino a farci sorridere di fronte ad un collegamento tanto ardito, Keith Haring e la Monna Lisa. L’artista americano aveva infatti rielaborato il celebre quadro in Apocalypse 7, in una chiave caotica e prolifica. E a portarci in questo universo parallelo di artisti, la nostra esperta di arte contemporanea, Rossana Calbi. Molto determinata e seria, caratteristiche tutte animate da un ‘gentile aspetto’ e da altrettanto gentili maniere, Calbi e’ il  simbolo di una giovane generazione che  ama l’arte, il pop, il surrealismo ma anche la street art, la toys art, il mondo dei tatuaggi e la knit art, con un occhio sempre rivolto al mondo del sociale. E con questa filosofia ha sollecitato la nostra fantasia ponendo un rimando all’artista che piu’ di ogni altro ha rappresentato il graffitismo di frontiera, Keith Haring. L’opera d’arte a far da sfondo per mostrare il proprio lato artistico e pop, la figura minuta in primo piano e un sorriso timido e gentile ad impreziosire il viso di una donna determinata e appassionata che unisce la propria vocazione per il bello alla sensibilita per le cause sociali. Non poteva mancare nella galleria dei sorrisi una curatrice d’arte giovane e determinata, che ha al suo attivo tante mostre e la scoperta di tanti giovani artisti. Il suo impegno non si limita all’arte, anzi spesso Calbi utilizza il veicolo artistico per sostenere le cause sociali alle quali e’ maggiormente dedita. Sua l’organizzazione e la curatela dell’ultima esposizione romana in favore della “Mattia Fagnoni onlus’ che ha permesso la vendita di opere d’arte donate da artisti in favore dell’associazione che mira a trovare fondi per la ricerca sulla sindrome di Sandhoff. Di qui l’impegno in favore di una campagna come quella per la riapertura del centro antiviolenza di Tor Bella Monaca. E cosi, ci e’ giunto via mail un sorriso minuto ma gioioso, simbolo di quella generazione giovane, colta, intelligente, curiosa, intraprendente, sulla quale la collettivita’ dovrebbe davvero investire. Un simbolo la Calbi, perche’ di lavori ne ha fatti e ne fa tanti, spesso tutti insieme senza tralasciare la dedizione al sociale e all’arte. Un esempio per tutti coloro che molto spesso non sanno quanto la vita sia difficile per questi pionieri della bellezza e della socialita’ che tentano di costruire una societa’ migliore con le possibilita’  che sono loro offerte nel quotidiano e il cui messaggio viene ad essere ben sintetizzato nella Monna Lisa di Haring. Vite reali che non mollano la presa, fidando in un domani piu’ rispettoso e prodigo e che, ricostruendo legami solidali proseguono quella tradizione di confronto che in alcuni paesi, grazie a pensatori e scrittori originali come Alain de Bottom, si sta riprendendo nei circoli filosofici aperti alla cittadinanza. E cosi, dal quotidiano romano sostengono quella speranza di cambiamento, di miglioramento della situazione attuale che le generazioni immediatamente precedenti hanno posto in un cassetto ben chiuso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...