Blog

Stadio a Tor di Valle: il primo round in municipio termina con un nulla di fatto

Tor di valle: un consiglio municipale teso sulla questione della pubblica utilità per il progetto dello stadio, che chiude il primo round con un nulla di fatto. Votazione attesa per domani. Serrato il dibattito che per l’intera mattina ha tenuto inchiodati i consiglieri municipali fino al pomeriggio per discutere di un progetto estremamente complesso e con tante questioni ancora aperte. Ad introdurre la discussione i cittadini e le associazioni con la richiesta di partecipazione e trasparenza. ‘Il municipio attivi il procedimento di partecipazione prima di esprimere il parere. – ha sottolineato Maria Cristina Lattanzi, consigliera di Italia Nostra – Chiediamo che il municipio non esprima parere positivo in quanto non e’ in grado di poter definire una posizione in virtù dell’esistenza di pareri a condizione. Richiediamo inoltre prima lo studio di fattibilità della metro B che è il cuore dell’interesse pubblico.’ ‘Per noi è’ fondamentale ottenere un processo di partecipazione reale e trasparente – ha evidenziato Paola Badessi dell’associazione ‘Viviamo Vitinia’- l’abbiamo richiesto in più sedi e da anni. E anche questa volta ripetiamo la nostra istanza.’ ‘Non dimentichiamo che il nostro municipio ha avuto negli anni la possibilità di vedere le Torri delle Finanze, il velodromo, ha subito varianti che hanno visto lavori ancora a metà – ha fatto eco Andrea De bernardinis, presidente del consiglio di quartiere a Eur intervenendo in particolare sull’impatto territoriale. Partecipazione reale, conti urbanistici e criticità ambientali e idrogeologiche, gli argomenti al centro della riflessione invece del movimento cinque stelle che ha ben concluso gli interventi chiosando, per bocca della consigliera Agniello, ‘noi non siamo contrari allo stadio ma siamo contrari allo stadio li’. Ad esprimere perplessità nello schieramento della maggioranza, il consigliere Lepidini e il consigliere Gagliardi che però ha chiarito la sua posizione chiedendo, tramite un ordine del giorni specifico, la trasformazione della Roma-Lido, oltre alla risoluzione della ‘questione del depuratore e una disponibilità della A.S. roma per investire sulla capitale con sostegni alla attività sportive con finalità di promozione sociale’. ‘La delibera sarà modificata. Noi abbiamo delle cicatrici addosso in questo territorio – ha affermato il presidente del municipio Andrea Santoro- e non si può pensare che tutto cio sia da considerare però come un freno. Noi non possiamo pensare di far pagare 50 anni di storia di questo municipio a un progetto che può essere carismatico per la città e può dare un’iniezione di fiducia a quelle aziende che non hanno più un lavoro. Il rischio che corriamo – ha concluso il presidente – e quello di non trovare nulla di pubblico e di opere pubblico in questa delibera qualora noi non esprimessimo parere’

20140925-192042.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...