Blog

Parade, ovvero lo sconfinato mondo delle fantasie sessuali va in scena al Pigneto

foto-53Leggi le regole di internet, le 34 e 35 e falle tue, metti un gruppo di giovani illustratori innamorati della propria arte e una curatrice gioiosa e divertente, il tutto in una calda serata di ottobre nella cornice di un locale romano che ti trasporta nell’atmosfera newyorkese, ed eccoti nel turbinio della presentazione di “Parade – presso, accanto, oltre l’amore”. Organizzata da Rossana Calbi presso l’Hula Hoop Club al Pigneto, la presentazione del libro, autoprodotto e generato dalle fantasie del collettivo romano ‘Lab.Aquattro’, del gruppo di illustratori ‘Circasette’ e dell’etichetta ‘Tentacoli”, con una introduzione di Bizzarro Bazar, conduce il lettore sprovveduto e digiuno di parafilie nell’universo della creativita’ piu’ sfrenata e libera, quella scoppiettante delle fantasie sessuali legate agli oggetti, alle foto di parti anatomiche riflesse, ai gesti rituali. E cosi, fatti propri gli adagi 34 e 35 per internauti che recitano testualmente “un concetto ha sempre una versione porno, senza eccezioni, e se non ha una versione porno prima o poi verra’ creata”, entrando nel locale e soffermandosi sulle illustrazioni, gli sguardi si sono concentrati immediatamente su palloncini rosa, piccoli Little Ponies in pose inequivocabili con dinosauri, ragni e formiche rigorosamente rosa che facevano bella mostra di loro stessi non solo nelle cornici ma anche sulle mura. Perche’ anche nel mondo dell’erotismo piu’ bizzarro, il rosa e’ ancora il colore dominante come quello che denota l’amore piu romantico. ‘Qualcuno di noi, poveri vanilla dalla fantasia limitata potrebbe sognare di fare l’amore sulle montagne russe: in questo libro si parla di gente che fa l’amore con le montagne russe. E con i dinosauri, gli spettri, le formiche…” con queste parole Bizzaro Bazar introduce il lettore nell’immaginifico piu’ reale che esista.

Un mondo fantasioso in cui pero’ la parola dominante e’ proprio l’amore, il sentimento. Non c’e’ volgarita’, non ci sono oscenita’, non vi e’ perversione malata, c’e’ solo un dedicarsi costante a pratiche poco comuni ma in fondo innocue e paradossali. E l’ebrezza del paradosso sempre piu’ sfrenato ha guidato gli illustratori in questa carrellata di esperienze a dir poco straordinarie. Un dettaglio non di poco di conto che indica la sensibilita’, la delicatezza e l’ironia con la quale gli autori hanno approcciato la materia delle parafilie. Una galleria di illustrazioni che ha per protagonisti esibizionisti mascherati nelle foto riflesse, amanti di ascelle, di nasi, di ombelichi, di palpebre e di bulbi oculari, di ottovolanti e oggetti tecnologici, amanti tanto persistenti da coronare i loro sogni amorosi addirittura con matrimoni ufficiali.

foto-52

E poi ancora, adoratori di oggetti gonfiabili, palloncini in testa, di alberi, di giochi di ruolo, con scambi di ruoli e partners, di Little Ponies, e di dinosauri, cosi’ appassionati da aver dato vita ad un genere letterario pornografico vero e proprio, il ‘dinoporn’, rilettura erotica dei rapporti con i giganti del giurassico. Una ricca esposizione di fenomenologie contemporanee alimentate dalla liberta’ piu’ estrema in grado di far sentire l’uomo un essere davvero illimitato. Un concetto non recente, il primo accenno alla parafilia risale all’inizio del secolo scorso, che con la diffusione della trasmissione delle immagini via internet ha sicuramente toccato vette fantasiose sconosciute in precedenza traducendosi in comportamenti che di celato non hanno piu’ nulla. Sdoganato ogni tabu’, il tutto rientra nella cornice di una sessualita’ che non nuoce agli altri e che anzi si ammanta di ironia e allegria. E proprio con questo spirito, consci della sottile vena di gioiosa creativita’ che ha contraddistinto il loro lavoro, gli autori del testo si congedano dal lettore ponendo a sua disposizione uno spazio vuoto, pronto ad accogliere con un’illustrazione o un breve testo la propria personale fantasia erotica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...