Blog

cinecitta’: lavoratori in mobilitazione permanente chiedono incontro a Franceschini

unnamed-1Armati di tanto coraggio, animati dall’esigenza di far sentire la loro voce alle istituzioni, da due anni danno vita a manifestazioni, presidi, festival cinematografici alternativi, per difendere il loro posto di lavoro. Sono i lavoratori in mobilitazione  di Cinecitta’. Due giorni fa hanno fatto irruzione durante  l’inaugurazione della facciata restaurata dei mitici studios sulla Tuscolana. Sono 39 in cassa integrazione dal marzo 2014, 3 licenziati, altri per i quali il licenziamento potrebbe essere alle porte, tutti professionisti che hanno dato l’anima al mondo della Hollywood sul Tevere e che stanno vivendo l’incubo del licenziamento dal 2012. Con tutta la determinazione possibile stanno portando la loro vertenza nelle sedi istituzionali, in primis negli ‘interminabili tavoli al Mibact’ senza avere risposte certe ancora, ma ‘solo timide propositivita’ verbali,  – come si legge nel comunicato che hanno distribuito durante il blitz di due giorni fa dal titolo eloquente “Dietro la facciata” – nella speranza che il loro triste grigio destino non li porti fuori dalla facciata, poiche’ forse in questo caso una mano di vernice potrebbe non essere per loro la soluzione piu’ adatta.” E il loro appello e’ lanciato ancora una volta alle istituzioni, in primis al Sindaco Ignazio Marino e  in secundis al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che hanno appoggiato le loro istanze durante la campagna elettorale e che ora sembrano non dare risposta alcuna. Chiedono quanto prima un incontro con il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, al fine di far comprendere come con i loro licenziamenti si stia sancendo l’impoverimento di famiglie intere, la distruzione di un ambito prezioso per la cultura romana, quello di Cinecitta’, con la relativa perdita definitiva di professionalita’ formatesi nel corso di decenni e che tanto lustro hanno dato alla citta’ di Roma e non solo. Chiedono di essere ascoltati ed accolti dalla politica che si e’ detta dalla loro parte in tante occasioni e che forse, proprio in questo caso, potrebbe riscattare il proprio triste ritratto contemporaneo adempiendo, per una volta, a quanto promesso in campagna elettorale, salvando tante famiglie dall’impoverimento e un patrimonio di mestieri e di professionalita’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...