Blog

Murales al Quadraro: vandali all’opera contro la street art

10712905_10204833316623444_4383423731940006401_nUn tratto semplice, infantile, un arabesco malriuscito animato dal tentativo e decisamente poco risolutivo di porre una questione sociale. Si puo descrivere cosi il piu’ recente tentativo di danneggiamento messo in atto al Quadraro contro il progetto M.U.R.O. Un tentativo che di fatto si regge sull’anonimato dell’autore che, non contento della pubblicita’ che ha visto muoversi intorno al quartiere grazie a questa iniziativa,  si sta candidando a diventare un nuovo centro propulsore di idee artistiche. Il progetto M.U.R.O., ideato e curato dall’artista David Vecchiato e realizzato con l’apporto di numerosi artisti anche stranieri, consta di un vero e proprio museo a cielo aperto le cui opere campeggiano sui muri del quartiere Quadraro da circa quattro anni concepito come una collezione d’arte pubblica i cui proprietari e beneficiari sono i cittadiniE il gesto dell’anonimo vandalo non rappresenta nulla di nuovo. Ogni qualvolta a Roma si realizza un’opera d’arte il pericolo del vandalo e’ sempre dietro l’angolo. L’arte libera ha sempre dato fastidio, anzi e’ probabilmente il concetto di liberta’ stesso che ottunde la coscienza di chi libero non e’. Allora sarebbe il caso, chiederei all’anonimo autore di tale gesto, di liberare la propria anima in altro modo, magari analizzando meglio la situazione ed iniziando a comprendere come l’arte sia elemento di reale espressione dell’essere umano, uno degli ultimi rimasti liberi dai vincoli costrittivi della societa’ consumistica. Si desse anch’egli ad una forma artistica, utilizzasse le forze creative che ognuno di noi possiede, per portare un messaggio di pace delle coscienze. In questo senso allora il suo gesto avrebbe forza, volonta’, carattere dirompente. Altrimenti, purtroppo, non resta che pensare che in fondo in fondo, come insegna un piccolo libello di saggezza, ‘Il libro dei 24 filosofi”, la macchia nera esiste ed esistera’ sempre almeno per far vedere in contrasto il biancore luminescente della perfezione del divino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...