Blog

Concorsone: numeri a casaccio e piano di assunzioni da rivedere

1995 vincitori, con diritto quindi di essere assunti, con un piano assunzioni che spara numeri diversi ogni giorno. Questa e’ la storia, con pochi aggiornamenti, dei vincitori del concorsone del comune di Roma. Entro il 2014 se ne assumeranno solo 214, di cui 100 appartnenti alla categoria insegnanti, 40 categorie protette e i rimenenti 100 da distribuire tra i 21 profili restanti, tra cui ad esempio gli architetti. Non solo, ma pare che nel 2015 e nel 2016 saranno solo 188 i posti sempre da distribuire tra i 22 profili. E negli ultimi giorni a tale situazione si e’ aggiunta una vertenza sui numeri poiche’ le cifre non risponderebbero a quelle richieste dai municipi, sempre sotto organico e in carenza assoluta di personale.  “Segnali contrastanti da Roma Capitale sulle assunzioni del Concorsone”, così Valeria Cavalli presidente del Comitato 22 Procedure per la Giustizia aveva commentato nei giorni scorsi in una nota “le notizie in merito alle rassicurazioni che l’Assessore al personale ha fatto pervenire ai Presidenti dei Municipi. In risposta, infatti, alla loro richiesta di personale fatta nei giorni passati, nella quale si chiedeva di dare corso alle assunzioni dei vincitori del concorsone per sopperire alle carenze croniche di personale, il Campidoglio avrebbe affermato che ‘durante il triennio dovrebbero essere assorbiti circa il 60 per cento dei vincitori del concorso in tutte le categorie’ e il Vice Sindaco Nieri avrebbe rassicurato personalmente i Presidenti di Municipio sui vincitori del Concorsone”. Le chiamate attuali da parte dei municipi si attesterebbero a 1197 unità, pari al 60% dei 1995 vincitori di concorso, e ciò non concorda con quanto indicato nel piano assunzionale. Un’altra incongruenza emerge dalla situazione di stallo nella quale si trova la procedura della Polizia Municipale che ancora non ha visto a distanza di due anni dalla prova, la pubblicazione degli esiti della prova scritta. Oltre a cio’, tanti dei vincitori del concorso, soprattutto in possesso di laurea e masters, lamentano la scarsa attenzione ricevuta dai sindacati in quanto attratti probabilmente piu’ da coloro  i quali difenderebbero le loro categorie abituali.  Aggiunge la Cavalli: “Evidentemente c’è una divergenza tra le informazioni fornite ai presidenti dei Municipi e quelle veicolate all’ultimo tavolo sindacale dall’amministrazione capitolina. Ci chiediamo quale delle due informazioni sia veritiera. Resta comunque, la necessità di garantire un adeguato piano assunzionale che rispecchi le massime percentuali di turn over che potrebbe essere portato già all’80% per l’anno 2014 e al 100% nel 2015. Tutto ciò oltre, che a dare dignità a 1995 giovani in attesa di un lavoro, anche per assicurare i servizi di elevata qualità e il soddisfacimento dei diritti dei cittadini romani”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...