Blog

Colosseo: Franceschini vuole un luna park?

Colosseo-Roma-Italy-sfondo-desktop-960x640Colosseo: urge un decreto ministeriale di tutela per i beni culturali prima di pensare all’Arena. E Italia Nostra Roma scrive al Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini per chiedere nuove norme che regolamentino l’utilizzo dei beni culturali di Roma. “Signor Ministro, – si legge nella nota  – Italia Nostra Roma comprende il Suo entusiasmo per la proposta del Professor Daniele Manacorda di ripristinare l’arena al Colosseo. Proposta interessante ancorchè prematura se prima non si decide di riportare Roma ad una vera tutela dei beni culturali. Lei e’ sicuramente al corrente di come sono stati utilizzati, negli anni, i luoghi più pregiati e, naturalmente, vincolati di Roma con iniziative vuote di qualsiasi aspetto culturale ma piene dell’intento dei privati di fare cassa. Piazza del Popolo, Circo Massimo, Villa Borghese, Piazza Navona sono stati, negli anni, usati in maniera “impropria”. Manifestazioni commerciali, concerti rock, i 7 giorni per il compleanno di Renato Zero, Fifa Fan Club, Scudetto della Roma a Circo Massimo, manifestazioni sportive hanno invaso questi luoghi più prestigiosi di Roma. Signor Ministro, aprire il Colosseo a manifestazioni di ogni genere e tipo, perché di questo si tratta va nella direzione opposta di quella della tutela del bene. Tutti gli sponsor ambirebbero ad avere un palcoscenico unico al mondo per le più disparate esibizioni utili soltanto a fare cassa. In un’area che è già fortemente compromessa dai cantieri della Metro C l’ uso massiccio di attrezzature, parco luci, amplificatori, macchinari scenici e quant’altro sono un pericolo sempre in agguato. Prima di qualsiasi autorizzazione alla realizzazione dell’arena deve emanare nuove norme ferree che regolamentino, per lo meno con un Decreto Ministeriale, il futuro senza mai una sola deroga non solo per il Colosseo ma per i beni culturali di Roma utilizzati in maniera impropria. Quindi, se proprio vuole l’arena al Colosseo – idea affascinante in sé – prima deve fare l’indispensabile ed auspicabile passo preliminare. Troppe volte abbiamo assistito all’inaccettabile disinteresse e compiacenza, nei confronti degli sponsor, da parte di coloro i quali hanno l’obbligo e non la facoltà di tutela del bene. Ricordiamoci – conclude la missiva  – che il Colosseo va concepito, come diceva Antonio Cederna, come “museo di se stesso”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...