Blog

Marino: il 21 novembre prossimo, l’Alberone avra’ di nuovo il suo leccio

194724330-dc8d657b-4a27-4452-b41f-9f690bb0884bIl 21 novembre prossimo l’Alberone avra’ di nuovo il suo leccio. E’ con questa promessa che l’assessore all’Ambiente di Roma Capitale ha sottolineato l’intento della giunta Marino di ripristinare l’albero simbolo del quartiere dopo il lancio via fb da parte del gruppo “Sei dell’Alberone se…” della campagna di selfie per il ripristino dell’alberatura crollata dopo le forti piogge della settimana scorsa. “Passata l’emergenza maltempo ci siamo messi subito al lavoro per capire come e quando reimpiantare il leccio che dà il nome all’intero quartiere dell’Alberone, caduto con le forti piogge. – ha detto la Marino –  Come Amministrazione siamo profondamente legati alla sua storia, così come lo sono gli abitanti della zona e della città. Da ieri abbiamo contattato diversi vivai per trovare un esemplare di quercia analogo a quello caduto. Si tratta di un albero molto raro, ma siamo sicuri di poter mantenere il nostro impegno e restituire l’Alberone al suo quartiere e alla città il 21 Novembre prossimo, giorno della Festa dell’Albero”, ha concluso l’assessore.

Categorie:Blog

Con tag:,

2 risposte »

  1. Purtroppo non c’è solo l’Alberone….Il crollo del povero albero è solo la dimostrazione di come in questa città non esista la cultura del verde e degli alberi!
    Il Servizio Giardini è penoso. Gli alberi non sono curati e spesso vengono giù a seguito di abbondanti piogge o forti venti. Gli addetti al servizio sono celeri solo se si tratta di tagliare e basta!
    Per non parlare degli spazi attorno alle piante ridotti a w.c. per cani o a pali dove legare le moto…
    Sono anni che i residenti di varie zone di Roma chiedono la ripiantumazione ma senza seguito e sembra che questi rifacimenti di marciapiedi (fatti con mattoncini traballanti e pericolosi…) tendano a coprire le aiuole vuote in modo da non dover più rimpiazzare l’albero mancante. Aggiungo poi che spesso gli alberi danneggiati o sradicati si trovano (guarda caso…) spesso di fronte a esercizi commerciali. Basta vedere poi cosa fanno i signori negozianti quando debbono allestire quei penosi addobbi natalizi (non li vedi neanche nei paesi più disastrati…): per rendere più visibili quelle schifezze spezzano i rami delle piante!…

    Mi piace

    • si, e’ vero! se pero’ anche il comune inizia ad avere rispetto di un albero almeno forse qualcosa puo’ cambiare. il 21 novembre prossimo sara’ la data della festa dell’albero. sarebbe bello se ognuno di noi iniziasse a piantare ghiande anche in recipienti di fortuna, bottiglie vuote, vasi inutilizzati, ecc…piantare e innaffiare non costa molto e se ne nascera’ un albero lo si potra’ mettere a dimora, curandolo anche dopo, un po’ come abbiamo fatto con l’associazione Colle della Strega anni fa.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...