Blog

Periferie al ‘centro’ della discussione sul futuro delle citta’

3bede2b4-7822-4ca0-b727-c407cb6b3224_mediumPeriferie a rischio: istituzioni forniscano risposte. Dopo le proteste di Tor Sapienza la situazione delle periferie romane e non solo e’ balzata agli onori delle cronache. E per fare il punto su questo ambito dell’assetto urbanistico delle nostre citta’ sono giunte oggi le conclusioni del primo rapporto annuale del gruppo di lavoro G124 coordinato dal senatore a vita Renzo Piano. Alla presentazione del volume nella sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, il Presidente del Senato, Piero Grasso. Diretto da Carlo Piano e Walter Mariotti, su progetto grafico di Luca Ballarini e fotografia di Claudio Morelli, Periferie è ideato dal workshop Rane di Milano. Sarà pubblicato con cadenza quadrimestrale e intendera’ occuparsi, attraverso l’attività del gruppo di lavoro G124, di tutte le tematiche (architettoniche, sociali, economiche e culturali) che riguardano la città del futuro. “Le protesta di Tor Sapienza, per quanto violente ed esibite – ha detto Grasso – non si possono liquidare solo come razzismo perché sarebbe un grave errore di valutazione”. Per il presidente del Senato Piero Grasso sono infatti “una richiesta di aiuto d’attenzione”. ” I problemi di quei quartieri però sono gli stessi problemi del Paese, solo elevati all’ennesima potenza: disoccupazione, precarietà, dispersione scolastica, assenza di servizi”, afferma la seconda carica dello Stato. Per questa serie di ragioni, a detta di Grasso, occorre elaborare un piano di “ricucitura” dei quartieri più esterni delle città e “proposte per ripensare gli spazi e le funzioni delle zone periferiche delle città”. Aspetto che per il presidente del Senato è soprattutto un modo per “tentare di rimediare a enormi errori del passato”. Ma fondamentale resta il ruolo dello Stato che, “oltre a rivedere le politiche dell’accoglienza per fare in modo che l’integrazione sia davvero possibile, e non un semplice incastro di ghetti dentro altri ghetti, deve tornare in questi territori”. In questa direzione si e‘ mosso il gruppo di lavoro G124 che ha dato il via a tre interventi urbanistici di ricucitura, a Torino, Roma e Catania, lavorando a stretto contatto con le associazioni locali, le parrocchie, le scuole e gli abitanti che desiderano riapporprarsi dei loro quartieri. L’introduzione di Periferie è stata scritta dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che spiega perché, tornando alle origini della Costituzione, ha scelto di nominare senatore a vita Piano.  Nel primo numero del magazine ci sono anche i contributi di molti esponenti di spicco della cultura italiana, che hanno partecipato al tavolo di lavoro durante tutto l’anno: dagli intellettuali Gianfranco Dioguardi, Fulvio Irace, Franco Lorenzoni, Andrea Segré, Mario Abis, Paolo Crepet, ai giornalisti Francesco Merlo, Armando Massarenti, Stefano Bucci, Gian Antonio Stella, agli architetti Mario Cucinella, Marco Ermentini, Ottavio Di Blasi, Massimo Alvisi all’ingegnere Maurizio Milan. Inoltre, Periferie propone le analisi di Igor Staglianò, sulla grande tradizione della periferia nella storia del cinema italiano, e quelle di Paolo Bricco che fa il punto sulla ricaduta economica e occupazionale dell’idea di rammendo urbano. Infine la rivista pubblica stralci dei temi di maturità svolti dagli studenti sulla frase di Renzo Piano: “Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. È fragile il paesaggio e sono fragili le città, in particolare le periferie…” – tutto pare, quasi drammaticamente, di estrema attualità.

per info: renzopianog124.com.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...