Cronaca

Il mondo dello sport dice no alla violenza sulle donne I – Sabrina Ragucci

un momento della manifestazione

un momento della manifestazione

Il mondo dello sport dice no alla violenza sulle donne. Una giornata importante quella di oggi che ha visto, oltre alla partecipazione degli atleti dell’ A.S.D. Monterotondo e della scuola di tango “Volver” con la fascia al braccio del centro antiviolenza di Tor Bella Monaca alla “Corsa di Miguel”, la presentazione, nella bella cornice dello “Sporting Club Fioranello”, di uno degli sportelli antiviolenza dell’associazione “Noi angeli sulla terra” presieduta da Mary Sangiovanni. Un tandem singolare quello formato da una onlus antiviolenza e da un centro sportivo prestigioso come quello di Fioranello che si inserisce pero’ sul solco gia’ tracciato nel giugno 2013 dal protocollo d’intesa tra Coni e Ministero Pari Opportunità  e siglato dall’allora ministro Josefa Idem. Lo sportello  offrira’ una prima consulenza legale e psicologica specifica a tutte le donne che vivono situazioni di disagio o maltrattamento, adoperandosi per una maggior sensibilizzazione circa la violenza. Mary Sangiovanni ha presentato lo staff di cui si compone l’associazione, la cui madrina e’ Danielle, mamma di Chiara Insidioso Monda da 11 mesi in coma a causa delle percosse inflittegli dal suo ex fidanzato. Oltre alla madrina, figurano nell’associazione, la psicologa Viviana Morelli e l’avvocato Vincenzo Carosella. Tra i presenti in platea  i titolari dei centri sportivi Fioranello e la Quercia  promotori di questa bella e importante iniziativa. Ed ancora la “Barbara Acilliai wedding ed eventi” che coinvolgeranno giovani e donne in difficolta’ economica. “Dobbiamo avere in coraggio di confrontarci su queste tematiche importanti – ha affermato  Mary Sangiovanni – ben vengano azioni come questo protocollo di intesa che sono propedeutiche alla crescita morale di ogni singolo soggetto coinvolto nell’attività sportiva e sociale .E’ fondamentale rafforzare questa campagna per prevenire ogni forma di violenza e di oppressione psicologica, economica, sessuale e fisica nelle relazioni tra donne e uomini e lo sport si fa così  un canale e veicolo per questo messaggio importante specialmente ai giovani. E’ pertanto importante – prosegue  Sangiovanni  – coinvolgere le società sportive per vincere insieme la sfida di un cambiamento culturale date le proporzioni allarmanti raggiunte dal fenomeno della violenza contro le donne e il ruolo che può giocare lo sport per la sua valenza educativa e formativa nel ristabilire una reale parità di rapporti tra uomini e donne. Alle società, enti, associazioni e ai gruppi sportivi che aderiscono alle campagne come questa  i promotori chiedono di essere sponsor attivi del cambiamento culturale di fronte ad episodi o situazioni di violenza contro le donne, dalle aggressioni verbali a quelle psicologiche e fisiche e di contribuire cosi a diffondere modelli di comportamento positivi basati sul rispetto reciproco. Si invitano inoltre i centri sportive ad  esporre striscioni locandine e  utilizzare i loghi  delle associazioni  durante tornei, gare, competizioni e iniziative” .

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...