Blog

cinecitta’: lavoratori incatenati difendono la nostra storia del cinema

Cinecitta’: passato, presente e futuro degli studios nella battaglia per la salvaguardia dei posti di lavoro. SIMG_5362e da un lato il passato e’ stato glorioso, ora invece il futuro lo si vede a tinte fosche. E la situazione e’ pesante perche questi lavoratori rappresentano una punta di diamante degli “studios” che con colpo di spugna subitaneo vede cancellare la propria professionalita’ e dignita’. Il porgetto previsto per cinecitta’, con l’edificazione su sette ettari, preoccupa moltissimo e da molti anni. “Abbiamo fatto tante manifestazioni in questi due anni – ha detto Manuela Calandrini – ma abbiamo avuto tantissime difficolta’ a far uscire sui media anche soltanto una citazione. Di cosa hanno paura? che si dicano le cose come stanno?”. Perche’ in realta’ a rischiare molto in  questo frangente sono non soltanto i lavoratori, ma anche una storia importante dal punto di vista culturale ed un ‘industria vera e propria. “Questo e’ il motivo fondamentale – ha sottolineato Calandrini – per il quale ci opponiamo. Vogliamo far tornare le produzioni internazionali a Cinecitta’? E allora ci spieghino come faranno dato che ora, proprio in questi giorni, chi sta girando a Cinecitta’ gira in esterna in luoghi piuttosto ridotti rispetto alle proprie esigenze. IMG_5364 E come si farebbe allora nel caso che venisse attuato il piano di costruzione dell’albergo su una porzione non secondaria, sette ettari, visto che gia’ oggi si gira in ambiti ritenuti poco soddisfacenti? noi siamo preoccupati non soltanto per i nostri posti di lavoro ma per tutta questa professionalita’ molto importante costruita in decenni di lavoro. E poi non si puo’ buttare al vento un’industria in grado di tener testa a tutti i Paesi di Europa. Significherebbe svendere un patrimonio culturale, di mansioni e di idee. Per questo motivo la nostra protesta non si ferma – ha concluso Calandrini – e l’associazione che oggi ha avuto il battesimo, si prepara ad altre azioni di protesta`”

Categorie:Blog, Cronaca, Prima pagina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...