Blog

Per salvare le donne, tutte le donne, No ad un primario obiettore di coscienza al San Camillo. La parola a Luisa Canitano. – Domenica Annibaldis

san-camillo-forlanini-300x201

Nel 2015 siamo ancora assurdamente costretti a parlare di obiezione di coscienza,
in vista della nomina del Direttore della Divisione di Ostetricia e Ginecologia del San Camillo di Roma, probabilmente ,anzi quasi sicuramente, obiettore di coscienza, in barba al diritto sancito dalla legge a potere accedere all’interruzione di gravidanza senza ostacoli.
Il 30 Aprile verranno effettuati i colloqui per scegliere in nuovo candidato ma su tutti e 7 i candidati sono obiettori . A tenere duro nella battaglia per far sì che non si nomini un primario confessionale, si trovano in primo piano numerose realtà di cittadini e medici, in testa la dott.ssa Ginecologa Luisa Canitano.
“Sono una ginecologa, lavoro nei consultori, eseguo interruzioni di gravidanza, eseguo colposcopia e biopsie per la prevenzione tumori del collo dell’utero. – ha esordito la Canitano presentando il lavoro compiuto in questi anni – Tutti i giorni sono a contatto con le donne, con le loro scelte,con le loro paure. Ho cominciato che avevo 26 anni e non ho ancora smesso dopo 35 anni. Ho anche fondato con altre donne un’associazione che si occupa di informazioni sulla salute femminile e che offre sostegno con il servizio “SOS pillola del giorno dopo” Vita di donna, per far sì che le donne possano usufruire di un informazione indipendente e valida quando si buttano su internet per cercare di capire come affrontare le questioni legate alla sessualità.”

Dottoressa Canitano, ci spiega cosa sta succedendo al S. Camillo e in generale negli ospedali italiani?
” Penso che sia in atto una campagna per ridurre la libertà delle donne, per non far applicare la legge 194/78, per limitare la libertà di scelta in tema di riproduzione. La Chiesa cerca di conquistare i posti di potere per influire sulle scelte dei governi, vedi anche le recenti polemiche in Italia sulla pillola del giorno dopo, in libera vendita ormai in tutta Europa. E’ per questo che quando si è diffusa la voce che i nominativi più quotati per il concorso a Direttore della Divisione di Ostetricia e Ginecologia del San Camillo, nelle consuete indiscrezioni, erano quelli di ginecologi confessionali,(ce ne sono tre nell’elenco degli 7 ammessi ) non ho esitato a cercare di sensibilizzare le donne. E se è vero
quasi tutti i primari sono obiettori di coscienza, e la legge il più delle volte viene applicata, è anche vero che nel Lazio ci sono 15 Ospedali pubblici laici che non la applicano senza che le istituzioni regionali (Zingaretti) muovano un dito , inoltre nelle strutture dove i Direttori di UOC sono confessionali non vengono effettuate interruzioni del secondo trimestre. ”

Quali azioni concrete si possono mettere in atto per ostacolare questa nomina?
“Abbiamo creato la petizione su Change che invitiamo tutti a sostenere
https://www.change.org/p/nzingaretti-no-a-un-primario-obiettore-di-coscienza-al-san-camillo-di-roma e che ha superato le 6000 firme, una pagina FB con oltre 3000 iscritti (#No a un primario obbiettore di coscienza al San Camillo) dove inseriamo tutti gli aggiornamenti e le azioni future che intenderemo intraprendere e vi sono state inoltre numerose manifestazioni contrarie alla presenza di un Direttore confessionale in quello che è il centro di riferimento regionale per la Legge 194. Ad aggravare il tutto la manovra di separare le interruzioni di gravidanza dalla Divisione, creando una Unità apposta, come previsto dal nuovo atto aziendale, che non tiene conto del fatto che appunto le interruzioni di gravidanza non possono essere eseguite in Day hospital. Il tentativo di pulire la Divisione da attività disdicevoli per facilitare la vita al primario obiettore è patetico, quanto inutile. La sensibilità e il supporto di tutti è indispensabile in questa fase delicata dove si vuole, ancora una volta calpestare un diritto . Le donne e gli uomini si oppongano con tutte le loro forze.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...