Blog

Pedofilia: il giorno delle altalene in scena al teatro Elsa Morante

Sasa' Russo

Sasa’ Russo

La pedofilia, “tra cioccolata e vergogna”, in scena domani sera al teatro Elsa Morante dalla realta’ alle scene grazie a “Il giorno delle Altalene” di Sasa’ Russo, geniale creatore della compagnia “Iposcenio”. Una storia vera e una pièce teatrale, che vuole far chiarezza su un tema ormai troppo taciuto e quasi dimenticato, che risalta agli occhi dell’opinione pubblica solo in drammatiche occasioni di cronache che raccontano violenze sessuali ai danni di minori. Un fenomeno che invece, dovrebbe essere affrontato con estrema semplicità e maggior frequenza. “Il giorno delle altalene e’ uno spettacolo che tratta il tema della pedofilia – ha sottolineato Sasa’ Russo – Racconta una storia vera e non autobiografica che ho gia’ trattato nel libro dal titolo “Tra cioccolata e vergogna”. Attraverso questa confessione ho avuto modo di riflettere e di documentarmi circa questo problema, sempre piu’ radicato nella nostra societa’. Tante e ancora taciute sono le storie di tutte quelle vittime che non hanno avuto il coraggio e la forza di raccontare e denunciare. Non e’ facile perche’ molteplici sono le cause che portano al silenzio. Forse dovremmo imparare a giudicare con meno facilita’ e ad ascoltare e comprendere il dolore e la vergogna di queste persone. In questo spettacolo voglio trattare il tema da un punto di vista diverso, soffermando l’attenzione sul carnefice. Chi e’? un mostro o vittima a sua volta? Nello spettacolo affronteremo questo aspetto. Sono contento che il mio lavoro possa servire a qualcosa, senza rimanere soltanto uno spettacolo teatrale. Infatti, a corollario dello spettacolo vi sara’ anche una tavola rotonda sul tema con esperti del settore e rappresentanti istituzionali”. Quante persone sono realmente informate sul tema della pedofilia? Quanta attenzione è rivolta a questo fenomeno? Da quando è diventato reale l’interesse dell’opinione pubblica riguardo gli abusi sessuali sui minori? Da queste domande è nato l’interesse di veicolare attraverso il teatro un messaggio così forte, grazie alla Presidente della Commissione delle Elette e Pari Opportunità del municipio IX Paola Vaccari, promotrice dell’evento. «Il sesso con i minori è uno dei maggiori tabù sociali e culturali dell’umanità» spiega Paola Vaccari, perché parlare di pedofilia fa paura, crea incertezze e porta alla luce scenari e situazioni sconvolgenti da screditare la bontà e il valore del genere umano. La pedofilia, per la sua natura omissiva e omertosa, è stata per molto tempo minimizzata, il sesso con i minori è considerato un tema scottante e per tale motivo è rimasto a lungo fuori dai dibattiti pubblici, come se non si volesse credere alla sua reale esistenza e diffusione. “E’ per questo che vogliamo proporre qualcosa di diverso dal solito, non usando foto commuoventi di bimbi maltrattati, feriti o piangenti, non parlando del “fenomeno” pedofilia in modo arido e inutile, come qualcosa di lontano e sempre troppo distante da noi, ma con uno spettacolo teatrale, perché sono certa che riusciremo a scatenare quelle emozioni che solo con l’arte si riesce a far provare” continua Paola Vaccari. Come si fa a parlare di pedofilia con i propri bambini? È una domanda che molti genitori, oggi più che mai, si pongono. Se da un lato il timore è quello di spaventare i propri bambini, di allarmarli, dall’altro, però, si fa avanti l’esigenza di proteggerli dal pericolo, dalla violenza, dagli abusi. Ancora oggi sono pochissimi i genitori che riescono a parlare con i figli di questo problema. “E’ comprensibile che gli adulti siano imbarazzati nel parlare di sessualità, e soprattutto di sessualità malata, con dei bambini tanto piccoli. Proprio per questo servirebbero delle campagne mirate, preparate da specialisti ed indirizzate alle scuole materne ed elementari, per parlare di pedofilia direttamente ai bambini, senza imbarazzi e senza allarmismi”. Scritto e diretto da Sasà Russo, in scena Masaria Colucci, Giuseppe Laudisa, Claudia Alfonsi, Donatella Barbagallo, Maila Barchiesi, Francesca Surcis, Rita Melis e Francesca Melis della compagnia “Dance Mania Fitness di Cagliari”. Dopo lo spettacolo è previsto il dibattito sul tema della pedofilia al quale interverranno: Carla Strappafelci della Segreteria Nazionale del Coordinamento Genitori Democratici, Francesca Romana Coribanti, tutore minorile volontario, Paola Vaccari e Andrea Santoro, Presidente IX Municipio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...