Blog

ANTITRUST: TAR CONFERMA MULTA A SOCIETÀ RECUPERO CREDITI

Nessuna sospensione della multa inflitta e fissazione a novembre dell’udienza di merito. Lo ha deciso il Tar del Lazio con una ordinanza, in seguito alla discussione in camera di consiglio del ricorso proposto dalla Euroservice Group, società di recupero crediti, sanzionata per 500 mila euro per pratica commerciale scorretta. Valutando informazioni acquisite e segnalazioni di numerosi consumatori pervenute tra dicembre 2013 e marzo 2015 l’Antitrust ha ritenuto che Euroservice Group avrebbe sollecitato – con telefonate insistenti, e-mail o sms – il pagamento di crediti non dettagliati o comunque contestati, anche minacciando azioni legali ed altre iniziative. I solleciti di pagamento riguardavano in particolare presunte bollette insolute per utenze di fornitura di energia elettrica e gas, nonchè finanziamenti; posizioni debitorie già oggetto di contestazione, in quanto utenze mai sottoscritte, ovvero situazioni già risolte entro i termini previsti. In alcuni casi, secondo l’autorità, le telefonate sarebbero avvenute in forma anonima, ossia senza che l’operatore si fosse qualificato, e con la prospettazione di adire le vie legali, e chiedendo ulteriori somme di denaro a titolo di interessi di mora. La società ha impugnato il provvedimento al Tar del Lazio, i cui giudici, all’esito della discussione in camera di consiglio, con un’ordinanza, considerando che «a una prima sommaria delibazione propria della fase cautelare, la complessità delle questioni dedotte impone un più approfondito esame in sede di merito» (fissata la pubblica udienza del prossimo 18 novembre), hanno ritenuto che «indipendentemente da ogni sommaria valutazione circa la ragionevole previsione sull’esito del ricorso, non sussiste nell’attualità l’allegato pregiudizio grave ed irreparabile, nè sotto il profilo dell’onerosità della sanzione comminata, a tanto potendo ovviarsi con il ricorso alla rateizzazione degli importi dovuti, nè sotto il profilo del paventato danno all’immagine, peraltro insussistente nell’ipotesi di una successiva decisione di merito favorevole, tenuto altresì conto della prossimità della data fissata per la celebrazione della pubblica udienza». Pertanto, respinta la domanda di sospensione dell’esecuzione della sanzione inflitta, e fissazione dell’udienza di merito il prossimo 18 novembre

Categorie:Blog, Cronaca

Con tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...