Blog

ITALIA NOSTRA: APPELLO A FRANCESCHINI PER SALVARE IL MUSEO GEOLOGICO

ldc-5380a00f243d59.95940906-870x

Il 15 settembre prossimo scade il diritto di prelazione da parte del Ministero dei Beni Culturali per il palazzo vincolato del Canevari a Largo di S.Susanna. L’edificio fu voluto alla fine dell’800 da Quintino Sella per il Regio Ufficio Geologico e  principalmente per ospitare i Musei di Scienze della Terra dell’Italia Unita e la continua elaborazione della Carta Geologica dello Stato. E’ vincolato come uno dei primi esempi di “stile liberty” nell’edilizia pubblica. Nel 2003 il palazzo fu cartolarizzato dall’allora Governo per fare cassa e purtroppo il Comune non si oppose. Oggi dopo vari passaggi di proprietà (pubblica/privata) è tornato di proprietà dello Stato tramite la Cassa Depositi e Prestiti – CDP Immobiliare che lo vuole utilizzare per gli uffici  dei suoi dipendenti. Italia Nostra Roma è venuta a conoscenza della scadenza del diritto di prelazione da parte del MIBACT solo ieri ed ha inviato subito un appello sia al Ministro Franceschini perché lo eserciti sul palazzo Canevari, sia al Ministro dell’Ambiente Galletti competente per tutte le importanti documentazioni del Museo Geologico (collezioni geologiche e storiche, alcune uniche al mondo come quella dei “Tipi fossili”, la biblioteca con tutte le cartografie ecc.). Questi materiali preziosi per conoscere il nostro territorio sono sottratti da anni allo studio della comunità scientifica. Infatti da anni tutte le raccolte sono imballate e, dopo vari depositi, sono nascoste nei magazzini dell’ISPRA. Se i due Ministri daranno una risposta positiva si ricostituirebbe finalmente quel Museo Geologico Nazionale  per il quale la comunità geologica insieme a autorevoli istituzioni scientifiche (UNESCO, Accademia dei Lincei, Società Geologica Italiana, FIST) hanno chiesto da tempo di ripristinare nel suo “contenitore” originario. Il Palazzo Canevari non dovrà essere un luogo di sola esposizione museale, ma un polo ambientale e un presidio per l’educazione alla tutela del territorio partendo dalla conoscenza delle sue straordinarie bellezze e delle sue più gravi criticità. Un Museo di Geologia “Nazionale” è presente in tutte le altre principali capitali europee (Berlino,Londra,Parigi, Pietroburgo). Perché continuare a privare Roma del luogo simbolo della geologia italiana e che potrebbe diventare un centro scientifico e culturale non solo per gli esperti, ma aperto specialmente all’informazione e al coinvolgimento dei cittadini e delle scuole?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...