Blog

I SAMPIETRINI DI ROMA FINIRANNO IN DISCARICA O VENDUTI?

I-Sampietrini-RomaMetti, leva, leva, metti…I cubetti di leucitite, tradizionalmente utilizzati per la realizzazione del lastricato stradale delle vie storiche di Roma, non hanno pace. E’ una querelle senza fine quella che riguarda il selciato della “citta’ eterna”, uno degli elementi caratteristici ed identificativi del centro storico. A chiedere chiarezza sul piano di sostituzione o rimozione del selciato piu’ famoso del mondo e’ l’associazione “Italia Nostra”.  “Con che criterio e su che base si vogliano eliminare i selci dal Centro storico non è chiaro. Diciamo pure che non c’è un criterio che legittimi la rimozione massiccia degli elementi che costituiscono, caratterizzano e rendono riconoscibile la pavimentazione romana – fanno sapere dall’associazione fondata da Antonio Cederna – Presentano dei problemi è vero, ma sono tutti ascrivibili alla posa in opera che non è più a regola d’arte e alla manutenzione gravemente carente”. Negli anni la questione dei “sampietrini” e’ stata affrontata sporadicamente e senza un piano unitario. “Italia Nostra Roma ritiene che non  si possa intervenire, in maniera così superficiale e massiccia, senza un’attenta analisi affidata a storici dell’architettura – proseguono i rappresentanti di Italia Nostra Roma –  Sono almeno 500 anni che Roma è caratterizzata ed individuata dalla sua originale pavimentazione di sampietrini che sono preziosissimi e non possono essere trattati come un pezzo di asfalto logoro che può essere buttato in discarica, o peggio, venduti o regalati alle imprese. I sampietrini sono di proprietà dei cittadini di Roma, che hanno il diritto di vivere una città identificabile e ricca di valori e memorie. Chiediamo agli amministratori di Roma Capitale e alle Sovrintendenze di riflettere sulla semplice proposta di conservare nelle strade antiche, che formano il tessuto del Centro storico, per esempio quelle esistenti prima del 1860, la pavimentazione tradizionale ed utilizzare l’asfalto per tutte quelle realizzate successivamente, però, con un progetto organico basato su solidi principi storici in rispetto totale dei vincoli esistenti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...