Blog

CANILI, CIRINNÀ: GOVERNO INTERVENGA SU GESTIONE, PRESENTATA INTERROGAZIONE

canile vitiniaBando canili: scende in campo la piu’ famosa delegata per i diritti degli animali di Roma, ora senatrice, che la citta’ abbia conosciuto. Fondatrice  dell’ufficio diritti animali che poi fu chiuso dalla giunta di centro-destra, la senatrice Monica Cirinna’ e’ all’attacco del bando sui canili che ha messo in subbuglio tutte le associazioni animaliste della capitale. E vi e’ da dire che col mondo animalista questa giunta ha collezionato sino ad ora solo scontri, uscendone quasi sempre sconfitta. Ora, su istanza della Cirinna’ che ha presentato un’interrogazione urgente ai ministri della giustizia, dell’ambiente e della salute, rischia di fare un’altra figuraccia. L’interrogazione si  incentra sulle notizie relative “alle gravi violazioni e inadempienze compiute da Roma Capitale nell’iter di affidamento, gestione e risanamento dei canili della capitale”, si legge nell’interrogazione. In particolare la senatrice del Pd reclama ‘il rispetto da parte del Campidoglio della legge 281 del 1991 e della legge regionale del Lazio n. 34 del 1997 in materia di randagismo, strutture di ricovero e tutela degli animali e l’osservanza del D.Lgs. n. 163/2006 (codice dei contratti pubblici relativo a lavori pubblici, servizi e forniture). “Sollecito il governo – scrive ancora la Cirinnà nell’interrogazione – ad intervenire urgentemente per verificare: se la gara indetta dal Comune di Roma ed in fase di aggiudicazione presenti ogni garanzia per il benessere degli animali, come stabilisce la vigente normativa e se sia stata adeguatamente tutelata l’occupazione degli operatori qualificati del settore. Vorrei inoltre sapere se la gara in corso sia stata concepita in modo conforme alle normative vigenti ed in particolare al Codice dei contratti pubblici; se le autorizzazioni sanitarie delle strutture comunali siano aggiornate; se nelle offerte di aggiudicazione siano presenti importi vincolati alle spese per la sicurezza, di speciale rilievo vista l’attività a stretto contatto con animali stressati e pericolosi. Infine chiedo quali siano le motivazioni alla base dell’accelerazione delle procedure di concessione dell’appalto a fronte del ricorso, con annessa richiesta di sospensione della gara, presentato al Tar Lazio dalla Associazione volontari canili di Porta Portese (Avcpp)”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...