Blog

Fernando Couto o del mito di Sansone

s_5831_123_2013_03_22_1Se nasci in Italia, secondo me, nasci in difesa e non puoi non amare, destino crudele, I difensori. Soprattutto se sei una giovane donzella la cui testa e’ infarcita delle gesta degli eroi classici. Nei confronti del pianeta difensori degli anni ’80-‘90, l’aura del novello Sansone circondava la chioma corvina di Fernando Couto, giocatore tra I piu’ duri e severi che la storia del calico abbia mai annoverato. Couto, portoghese quindi parlante una lingua piena di vocali morbide e musicale, ha impressionato le platee di tutto il mondo con i suoi gesti violenti e I suoi gesti atletici. Capace di farsi valere nelle risse piu’ animate e quindi in grado di proteggere anche la pulzella piu’ indifesa, del giocatore si ricorda l’ammonizione dopo 30 secondi per entrataccia su Ravanelli nella finale di Coppa UEFA contro la Juventus nel 1995 e la magnifica capacita’ di realizzare gol in rovesciata. Nel luglio del 1998 e’ alla Lazio di Sven-Goran Eriksson e diventa protagonista di diverse risse con compagni di squadra, tifosi e avversari. Come dire uomo capace di proteggere, forte ma anche creativo e sensibile…insomma un vero figlio di buona donna intrigante. Eh si’, perche’ magari giova ricordare per ricostruire il personaggio che al mitico Couto e’ ascrivibile anche una delle giustificazioni piu’ esilaranti della storia sportiva relativa alla presunta assunzione di anabolizzanti. L’aspirante Sansone per trarsi d’impaccio dichiaro’ pubblicamente che i valori erano difformi per via dell’uso di uno shampoo, tale “Head and Shoulders”. La chioma dunque era di nuovo venuta in soccorso del calciatore…Fatto questo da rendere ancora piu’ affascinante questo bello e maledetto dalla capigliatura corvina. Un’impronta che ha segnato per sempre la vita di tante adolescenti, pronte ad abbandonare l’insipido Ken di Barbie per volgere il loro sguardo verso un gladiatore contemporaneo, un “Sansone” dei nostri tempi maladettamente infingardo e meravigliosamente affascinante.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...