Blog

Incontro Marino-minisindaci: ipotesi in campo per governare i territori. Si scongiurino “epurazioni” mascherate.

ignazio-marino-2Dal caos post dimissioni di Marino in cui l’elemento politico e’ stato chiaramente l’elemento dominante, l’attenzione generale si sta ora incentrando sul toto-nomi per il commissario lasciando in secondo piano le questioni legate alla gestione amministrativa territoriale. Cosa accadra’ da domani nei municipi? Una risposta chiara ed univoca non c’e’ ancora. E il Sindaco per rassicurare i Presidenti ha dato corso ad un incontro oggi pomeriggio in Campidoglio con tutti i mini-sindaci. “Ogni scenario che avete visto circolare in questi giorni è solo veleno ed è privo di fondamento. La nostra priorità è non cancellare, al di là delle vicende politiche, il lavoro impostato in questi due anni, perché questo fa una classe dirigente responsabile verso i cittadini. L’incontro è servito a ribadire il grande lavoro fatto da ciascun presidente, nell’ambito di una vittoria storica che ha portato al governo dei territori persone giovani, la cui capacità di innovazione e di ascolto non va perduta – così in una nota del Campidoglio il sindaco Ignazio Marino in merito all’incontro avuto con i presidenti dei Municipi – Proprio per questo, il Sindaco ha già chiesto anche una verifica al segretario generale Serafina Buarné per comprendere gli effetti delle dimissioni del sindaco sui territori”.  Sussistendo il precedente rappresentato dal commissariamento del 2008 con la nomina di Mario Morcone che segui’ le dimissioni di Walter Veltroni, con tutta probabilita’ i Municipi, ovvero i Presidenti, le loro Giunte e i consigli, proseguiranno con lo svolgimento delle loro attivita’ fino all’indizione delle elezioni per il nuovo Sindaco (40 giorni prima del voto). Cosi’ per prassi consolidata ma anche perche’, in virtu’ del principio del decentramento, i Presidenti dei Municipi e i Consiglieri, che sono stati eletti separatamente dal Sindaco, hanno un loro status peculiare. In realta’ per il Presidente e il vicepresidente della municipalita’ la carica viene mantenuta fino alla nomina del nuovo Presidente. Lunedi’, dopo un confronto con il Segretariato Generale, sara’ comunque chiarita la situazione. Nel frattempo, idee peculiari sono emerse dalle esternazioni dell’ex assessore alla legalita’ Alfonso Sabella, uno dei piu’ generosi nel rilasciare dichiarazioni ai mezzi di stampa in queste ore, che ha addirittura avanzato un commissariamento a macchia di leopardo per i municipi. “Si potrebbe decidere anche di nominare non solo il commissario ma anche fare un ragionamento sul lasciare dei riferimenti di prossimità per i cittadini e penso ai presidenti di municipio, quindi un numero che vada da 4-5 o a tutti gli attuali – ha detto Sabella – E’ importante dare dei punti di riferimento ai cittadini, soprattutto in questo momento, e quindi ritengo sia necessaria una squadra di commissari ma per fare questo serve una soluzione giuridica e politica”. Dichiarazioni non peregrine che farebbero presagire commissariamenti plurimi e privi di criteri oggettivi dietro ai quali forte potrebbe apparire la tentazione di “epurazioni” mascherate. Questo sarebbe davvero un colpo di mano degno del peggiore degli scenari al quale, davvero, desideriamo non dare credito alcuno.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...