Blog

All’ex manicomio Santa Maria della pieta’ va in scena Alda Merini

 

img-20161204-wa0013Un incontro, un dibattito, una performance artistica che include il rapporto tormentato delle donne con una realta’ attualmente animata da violenza fisica e psicologica E sullo sfondo, a guidare lo spettatore, le parole e i versi di Alda Merini. L’evento,  in collaborazione con la Asl Roma 1, è stato presentato e promosso dal Circolo Letterario Franca Rame e dall’associazione “Vengo da Primavalle” e si e’ svolto proprio nei padiglioni dell’ospedale psichiatrico ‘Santa Maria della Pieta”.  Stefania Giannetto, Sonia Luche e Simone Conte hanno introdotto lo spettacolo esponendo  ad una  platea interessata ed  attenta una rassegna dettagliata circa  il numero drammatico delle vittime  di violenza che, come in un macabro contatore, prosegue  a girare  e si aggiorna  di continuo.  Presente sul palco  l’artista poetessa  e scrittrice Zaccaria Dale già nota come autrice  del “Franca Rame Project”, progetto che nasce nel 2011 di supporto e collaborazione con vari centri antiviolenza sparsi nel Paese. Ad introdurre la serata, la lettura da parte dell’autrice della poesia ‘Sedici capelli legati alla luna’ dedicata a Lucia Perez, la sedicenne argentina stuprata torturata e uccisa l’8 Ottobre scorso a Buenos Aires., inframezzata dalla performance di danza della ballerina Simonetta Ottone. Nella  seconda parte dello spettacolo la Dale ha invece riproposto un monologo tratto da una parte del libro di Alda Merini ‘La pazza della porta accanto’, raccolta di poesie della grande poetessa scomparsa nel 2009  che citano la condizione della donna in manicomio. “Ma chi e’ poi la pazza della prota accanto? Per me e’ la mia vicina, per lei la matta sono io come tutti gli abitanti del naviglio della mia casa’, ha recitato intensamente Zaccaria Dale chiosando, e tradendo con voce stentorea l’emozione che ha pervaso tutti gli astanti. Una serata intensa con al centro la riflessione sulla condizione femminile, pronta a manifestare l’estatica ammirazione della realta’ cosi come la fuga verso i lidi del libero pensiero animato dalla follia.

Sabrina Ragucci

 

per info:

http://www.dalezaccaria.com/portfolio/franca-rame-project-supporto-e-collaborazioni-centri-anti-violenza/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...