Blog

I nuovi sentieri del design alla Quasar Design University

Le vie future del design, a tracciarle, una tavola rotonda animata da tanti esponenti dell’architettura e del design contemportaneo, alla Quasar Design University in occasione di ‘Open Christmas Party’. La nuova sede dell’accademia nel quartiere Prati e’ stata la splendida cornice di un incontro di sapori, gusti e creazioni artistiche con lo sguardo rivolto al domani. Ad introdurre i lavori, e la discussione, Anna Vincenzoni, Assessore al commercio del Municipio I e Marta Leonori, gia’ assessore al commercio con la giunta Marino e gia’ parlamentare del PD. A guidare la discussione, Benedetto Todaro, Direttore Scientifico della Quasar University Design. ‘L’evento che presentiamo oggi unisce una tavola rotonda sul design che avrà un aspetto legato ad una sorta di intervista con un dialogo dinamico che unisce uomini nel percorso legato sia ai lavori degli studenti ma anche al food design. Una sperimentazione che unisce il design con la grafica e la comunicazione. – ha evidenziato Todaro – Il design deve associarsi all’arte, al colore, alla moda. Ormai il campo dell’utile e stato interamente setacciato. Il compito che ci poniamo e arduo, uscire dallo schema del design come ricerca per l’utile, arrivare al design come forma artistica, anche i cambiamenti che ci sono nella vita. Una nuova via, nuove vie che devono essere connesse ma all’architettura, all’acustica.nil design e qualcosa che va ragionato. Roma può fare molto per il design. E la Quasar intende in questo senso contribuire efficacemente, con la propria istituzione ed il proprio patrimonio accademico poiche’ la scuola rimane l’ambito privilegiato in cui si indaga e si ricerca senza aver nessuna diminutio. ‘Una delle piccole cose che abbiamo tentato di fare quando ero in giunta alla guida di Roma Capitale  – ha sottolineato la Leonori – era quella di tentar di rendere omogenei gli arredi delle attività commerciali. Ridisegnare gli spazi e i servizi ed adeguarsi alle nuove sfide. Sicuramente il design e la produzione hanno una capacità di sviluppo molto forte. E questa è una parte della sfida che ha un valore aggiunto soprattuto legato al fatto che anche il disegno di una singola sedia risponde alle esigenze cittadine. La città di Roma e’ un luogo meraviglioso dove fare design. Ospita la ‘maker faire’ più grande d’Europa. Può essere  un pezzo di economia della città che va trasformata in cultura e in. Nonché in arte. Roma e l’Italia possono fare moltissimo per questo settore’

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...