Blog

All’Ifad la finanza innovativa al servizio dell’Agenda ONU 2030

  mut7936680105858274240 «Servono azioni urgenti mirate a garantire uno stanziamento di  265 miliardi all’anno necessari per realizzare i primi due obiettivi di sviluppo sostenibile ponendo così fine alla povertà e alla fame nel mondo entro il 2030», ha dichiarato il presidente del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo dell’Onu (IFAD), Kanayo F. Nwanze, durante la  sessione di apertura dei lavori della conferenza internazionale “Investire nella trasformazione rurale inclusiva: approcci innovativi al finanziamento”, tenutasi  presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano ed organizzata dall”IFAD assieme al Ministero dell’Economia e delle Finanze italiano, la Brookings Institution e l’Università di Warwick. «Dobbiamo trovare strategie nuove di utilizzo dei fondi pubblici e modalità innovative per mobilizzare gli investimenti», ha aggiunto Nwanze soffermandosi sulla necessità di facilitare gli investimenti del settore privato e delle organizzazioni filantropiche nelle aree rurali dove si registrano  i tassi più alti di povertà e fame. Nel suo discorso di apertura, il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, ha sottolineato quanto sia importante assicurare alle popolazioni rurali accesso ai sevizi finanziari in modo da permettere loro di investire sul proprio sviluppo. La maggior parte di tali popolazioni lavora in piccole aziende agricole e si calcola che la differenza tra i fondi di cui necessitano e quelli che sono effettivamente disponibili ammonti a 150 miliardi di dollari. «Lo Stato, senza intervenire direttamente nei finanziamenti allo sviluppo rurale, deve creare un ambiente favorevole», ha sottolineato il ministro, aggiungendo che l’Italia, in quanto presidente del G7 nel 2017, porterà  avanti questa strategia. Tutti i relatori della conferenza si sono trovati d’accordo nel ribadire che i governi non debbano  essere lasciati da soli. Nel 2015 l’aiuto pubblico allo sviluppo (Aps) è stato di 192 miliardi di dollari e solo 9 miliardi di dollari sono stati destinati all”agricoltura. La conferenza si colloca in un momento critico, caratterizzato da cambiamenti politici e crisi umanitarie (guerre, flussi migratori importanti, disastri naturali) che costringono a rivedere le priorità internazionali ed eventualmente a sottrarre finanziamenti destinati allo sviluppo.«Nonostante decenni di impegni e sforzi considerevoli per porre fine alla povertà e alla fame nel mondo, quasi ottocento milioni di bambini, donne e uomini soffrono ancora la fame ogni giorno e circa lo stesso numero di persone vive in condizioni di estrema povertà – ha ricordato il presidente Nwanze,  – c’è bisogno di intervenire urgentemente». La maggioranza di queste popolazioni povere e affamate vive in zone rurali nei paesi in via di sviluppo. mut6797491893271862935Gli investimenti devono avere l’obiettivo di trasformare tali aree agricole in luoghi vivaci che offrano alle persone la possibilità di avere un lavoro e vite dignitose. Nwanze ha sottolineato che lo sviluppo necessita di finanziamenti di grandi entità, ma può dare anche grandi opportunità. «Il settore agroalimentare è un settore di 5mila miliardi di dollari, e sta crescendo»,  ha ribadito. E ha poi aggiunto: «E’ un settore che può dare molto agli investitori privati e ai produttori nei paesi in via di sviluppo». Ricordando come la recente globalizzazione abbia creato un aumento delle differenze sociali, il premio Nobel Eric Maskin ha concluso con un’ esortazione: «dipende soltanto da noi se la globalizzazione riesca o no ad essere utile a tutti».

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...