Blog

le opposizioni dicono stop agli sfratti e alla delibera 140

Riscrivere al più presto la delibera 140 alla luce della sentenza del Tribunale ordinario di Roma ed intanto revocare le 800 lettere di sfratto nei confronti di altrettante fra associazioni ed enti che operano in immobili del patrimonio comunale. È quanto chiedono i consiglieri di opposizione Stefano Fassina (Sinistra per Roma) Orlando Corsetti (Pd) e Giulio Pelonzi (Pd) che hanno organizzato una conferenza stampa sul tema degli sfratti a cui ha partecipato anche la consigliera di maggioranza Gemma Guerrini.
“Si tratta di un tema molto importante – ha spiegato Fassina – perché riguarda la sopravvivenza ed il sostegno di enti, associazioni ed organizzazioni che hanno decenni di attività alle spalle, nel corso dei quali hanno prodotto cultura, solidarietà e welfare per la città. Si tratta di esperienze insostituibili e che vivono in questi mesi incertezza e preoccupazione. A seguito della delibera 140 sono partite dagli uffici, per autotutela amministrativa, 800 lettere di sgombero di spazi occupati molto spesso con convenzioni e contratti di affitto sempre onorati, una decisione che riteniamo profondamente sbagliati. Le associazioni – ha aggiunto – hanno intrapreso il percorso della giustizia amministrativa e il Tribunale ordinario di Roma evidenzia l’illegittimità della procedura adottata dagli uffici e si rimette in discussione tutto. La sindaca Raggi – questa la richiesta avanzata – prenda atto di questo, revochi le 800 lettere e affronti subito la situazione sul piano politico e amministrativo: c’è un regolamento in discussione da troppo tempo, serve un intervento politico di fronte a un fatto nuovo che cambia il quadro e offre l’opportunità, all’interno del rispetto delle regole, di bloccare questi inaccettabili interventi in atto. Bisogna riscrivere al più presto la delibera”. Secondo la consigliera Gemma Guerrini, però, “riscrivere una delibera che tutti consideriamo sbagliata è come rappezzare una cosa peggiorando la situazione. Ciò che questa amministrazione sta facendo è una delibera di giunta attraverso cui, in attesa dell’approvazione del nuovo regolamento venga data priorità agli sgomberi delle associazioni non socio-culturali a partire dalle sedi dei partiti e dai locali commerciali. Cerchiamo di evitare le situazioni evidentemente più a rischio che invece meritano attenzione, che però non può essere un favoritismo a pioggia riscrivendo una delibera sbagliata”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...