Blog

Castel Fusano: dal Campidoglio interventi palliativi di fronte ad un disastro enorme

Castel Fusano: dopo i roghi delle settimane scorse, l’evidente enorme danno arrecato alla citta’ di Roma, ora arriva il piano del Campidoglio. Di fronte ad un disastro che invece poteva essere contenuto nelle sue dimensioni, almeno nell’ultima settimana, la giunta Raggi si decide tardivamente a porre in atto interventi palliativi. A sottolineare questo aspetto tanto importante e’ il mondo ambientalista attraverso le parole di Angelo Bonelli, grande conoscitore degli assetti della Riserva e portavoce dei Verdi. “Dopo 2 mesi di roghi nella pineta di Castelfusano arriva il piano, debolissimo, del Comune di Roma. Ancora attendo una risposta a numerose sollecitazioni, tutte costruttive, fatte alla sindaca Raggi sulla pineta di Castelfusano e sulla riserva del litorale romano già a partire da un anno fa. Purtroppo al comune di Roma c’è la pessima abitudine di non rispondere – dichiara in una nota Angelo Bonelli coordinatore nazionale dei Verdi – Chiedo ancora una volta: a) la convocazione del comitato provinciale per l’ordine e sicurezza; b) la divisione della pineta in quadranti e assegnati h24 a forze dell’ordine tra cui carabinieri, polizia a cavallo, forestale e municipale e anche esercito; c) prevedere unita’ di polizia in mountain bike; d) collocare elicottero protezione civile e ripristinare vasca antincendio; e) collocare micro telecamere di controllo nella pineta; f) collocare sensori di calore all’interno della pineta; g) manutenzione interna della pineta; h) coordinamento unico dei volontari ; i) numero telefonico dedicato dove inviare segnalazioni di inizio incendi e comportamenti sospetti; l) coinvolgimento popolazione nel controllo attivo ed eliminazione delle baracche abusive e contrasto ad ogni forma di illegalità ;m) aumentare il personale del servizio giardini e dismettere le vecchie autobotti in cambio di nuove e moderne in grado di entrare all’interno della pineta.” Molte di queste proposte erano state adottate nel passato ed avevano portato a zero gli incendi e chiedo perché nulla è stato fatto?” conclude Bonelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...