Blog

Cartoon Networks: un murale ad Ostiense ne celebra i 25 anni

Lo avevamo seguito passo passo…perche’ e’ la strada la sua collocazione. Il progetto didattico voluto dalla casa di produzione di cartoon Tuner per celebrare i suoi 25 anni di attivita’ ha visto stamattina la luce sulle facciate della nuova sede della Caritas ad Ostiense. Dexter, Ben 10, The Powerpuff Girls, Samurai Jack, Steven Universe, Finn e Jake di Adventure Time, Johnny Bravo, We Bare Bears, Leone cane Fifone, Uncle Grandpa, Clarence, Gumball e molti altri campeggiano da oggi sulla strada grazie alla maestria dei due street artist omino71 e Mr.Kleva. Infiniti i riferimenti artistici, da ‘La Creazione di Adamo’ di Michelangelo Buonarroti, al murale di Diego Rivera “The Making of a Fresco Showing the Building of a City” realizzato nel 1931 per l’Istituto d’Arte di San Francisco e che rappresenta gli autori del murale nel momento stesso in cui viene realizzato. Stamattina, alla presenza del vicesindaco di Roma, Luca Bergamo, e del direttore della Caritas di Roma, Mons Enrico Feroci, l’amministratore delegato di Turner Europa ed Africa, Jaime Ondarza si e’ dato vita inoltre alla presentazione di tutte le iniziative collaterali alla realizzazione del murale. Ad essa è stato legato un progetto didattico culturale nato dalla collaborazione fra Cartoon Network Italia e la Caritas di Roma, un workshop dedicato all’arte e al recupero dei mestieri a cui hanno partecipato alcuni ragazzi ospiti dei Centri di Pronto Intervento Minori della Caritas insieme a dei coetanei romani. I giovani hanno incontrato gli artisti e si sono cimentati insieme a loro in un’opera di urban art a tema “amicizia, incontro e diversità”. Inoltre i ragazzi hanno avuto la possibilità di realizzare, insieme ai producer di Cartoon Network, un documentario per raccontare l’attività e la creazione dell’opera. Il doppio progetto è stato molto apprezzato dal vicesindaco Bergamo: “Penso sia un’ispirazione il fatto che l’azienda per celebrarsi faccia cose così invece di una grande festa”. Altro aspetto da sottolineare secondo il vicesindaco è “la costruzione di uno spazio pubblico: qui non c’è solo l’oggetto ma la relazione con le persone ed il quartiere” e questo è fondamentale perché gli spazi pubblici sono “lo strumento di ricostruzione dei rapporti civili” specie se come in questo caso “c’è un gioco sulla diversità e l’incontro”. “Abbiamo voluto parlare con l’esterno per rompere le barriere e fare di questa opera l’unione fra l’ufficio ed il quartiere. Questa idea – ha spiegato Onderza – l’abbiamo sempre avuta ed abbiamo colto l’occasione dell’anniversario di Cartoon Network che è un bel pezzo di storia di Turner. Abbiamo voluto valorizzare la bellezza dell’incontro fra le diversità. Quelle diversità che serenamente vivono i bambini quotidianamente”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...