Blog

La via tunisina per risolvere la ‘crisi dell’apprendimento’ con buona pace di Salvini

Siamo di fronte ad un crisi, non politica, non militare, ma educativa. 330 milioni di bambini  nel 2030 saranno fuori dai percorsi educativi. Eppure una soluzione a questo stato di cose esiste. E viene dalla Tunisia. A questo  messaggio drammatico che emerge  dalle proiezioni dello studio realizzato dall’Unesco nel 2014, Amel Karboul, gia’ ministro tunisino per l’Istruzione, controbatte con numerose soluzioni. Anzitutto, sulla base del concetto stesso di ‘crisi dell’apprendimento’, enuclea una modalita’ pratica per sostenere un percorso di accesso alla scuola e al sapere.

amel karboul

Amel Karboul

 

In tempi di crisi economica, laddove gli stanziamenti per l’istruzione sono sempre minori, si puo’ utilizzare la collaborazione degli studenti che gia’ hanno terminato il percorso di studi. Rilevare la loro attitudine a diventare insegnanti a loro volta sarebbe inoltre siinonimo di un lavoro egregio condotto nelle aule. In aggiunta a cio’, si puo’ strutturare il sistema di apprendimento seguendo il paese migliore della propria classe economica di appartenenza. Sostanzialmente, la Tunisia prende esempio dal Vietnam che ha un sistema di istruzione molto valido, non potendosi confrontare direttamente con la Finlandia per via di sostanziali differenze dal punto di vista del PIL e del reddito. Vietnam che, peraltro, risulta addirittura superiore agli Stati Uniti in alcuni ambiti particolari. Insomma, siamo alla resa dei conti, si sbaglia di grosso chi pensa che la Tunisia esporti ‘galeotti’. Il Paese vincitore del Nobel per la pace nel 2015, con il ‘quartetto per il dialogo’, insegna la via maestra per uscire dal guado.

per informazioni:

http://gpseducation.oecd.org/CountryProfile?primaryCountry=VNM&treshold=10&topic=PI

https://en.unesco.org/gem-report/report/2014/teaching-and-learning-achieving-quality-all

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...